Comprare una Casa: Facciamo Chiarezza sulle Proposte di Acquisto Vincolate al Mutuo

Investire in un immobile rappresenta un impegno finanziario significativo che non tutti possono permettersi. Di conseguenza, le agenzie immobiliari permettono di presentare offerte di acquisto condizionate all’approvazione del mutuo. Tuttavia, anche se questa sembra una soluzione vantaggiosa per l’acquirente, può nascondere delle complessità che è importante analizzare attentamente.

Molte agenzie immobiliari presentano al venditore offerte d’acquisto senza aver verificato se l’acquirente potrà effettivamente ottenere un mutuo. Il loro scopo principale è stabilire l’accordo economico tra le parti per poter incassare la commissione una volta che l’offerta è stata accettata.

Ecco perché sono disposti a presentare offerte condizionate, anche se potrebbero non andare a buon fine. Nel frattempo, hanno la possibilità di definire l’importo al quale il venditore è disposto a vendere, preparandosi a vendere l’immobile a un altro acquirente nel caso in cui l’offerta condizionata al mutuo non sia conclusa positivamente.

Tuttavia, ci sono importanti considerazioni da fare sia per il venditore che per l’acquirente.

Presentare un’Offerta d’Acquisto con Clausola Sospensiva senza una Data di Scadenza: Un Rischio da Evitare

Numerose offerte presentate dalle agenzie immobiliari presentano un pericolo significativo, che può legare entrambe le parti per un periodo di tempo considerevole.

Di solito, le offerte di acquisto sono condizionate all’approvazione del mutuo. Il problema sorge quando queste offerte contengono una clausola sospensiva legata al mutuo ma non prevedono una data di scadenza, vincolando così il venditore e l’acquirente indefinitamente.

Infatti, una volta accettata un’offerta d’acquisto condizionata al mutuo, il venditore non può tecnicamente accettare altre offerte fino a quando la clausola non è decaduta. Questo significa che, se il venditore ha la sfortuna di accettare un’offerta da un acquirente disonesto, potrebbe rimanere vincolato per mesi senza poter ricevere alcun anticipo e senza la possibilità di vendere a altri.

L’acquirente che presenta un’offerta con clausola sospensiva, se non stabilisce una data di scadenza per la clausola, rimane legato all’offerta fino a quando non è in grado di dimostrare che non può ottenere il finanziamento. Ovviamente, non sarà sufficiente una comunicazione verbale o un messaggio su WhatsApp; è necessario fornire un documento rilasciato dalla banca che attesti che l’acquirente non è idoneo per il finanziamento.

Solo in quel momento le parti potranno considerarsi libere.

In breve, quando si inserisce una clausola sospensiva legata all’approvazione del mutuo, è essenziale definire una data di scadenza che determini quando termina il periodo di attesa tra le parti coinvolte.

Ma come si può gestire al meglio questa situazione ed evitare vincoli che possono durare anche anni?

È importante definire una data di scadenza e, invece di condizionare l’offerta d’acquisto all’approvazione del mutuo, è consigliabile inserire una clausola di condizione all’esito positivo della perizia.

Differenze tra la Condizione al Mutuo e la Condizione alla Perizia

Quando una persona si rivolge a una banca per ottenere un mutuo, la banca esamina la richiesta da due prospettive separate.

Inizialmente, la banca valuta se l’individuo che richiede il prestito è finanziariamente affidabile.

Una volta verificata la capacità di rimborso del potenziale debitore, la banca passa a valutare l’immobile che l’individuo intende acquistare con il mutuo.

A questo punto, la banca commissiona una perizia sull’immobile che si intende acquistare.

Attendere l’esito della perizia è essenziale perché se la banca determina che l’immobile vale meno di quanto richiesto, potrebbe decidere di erogare un importo inferiore, basandosi sul valore stabilito dalla perizia.

Di conseguenza, se l’acquirente non ha le risorse per coprire la differenza non riconosciuta dalla banca, potrebbe trovarsi in una situazione di stallo senza una soluzione apparente.

Questo evidenzia il problema: condizionare un’offerta all’approvazione del mutuo significa non sapere ancora se, agli occhi della banca, l’acquirente è finanziariamente affidabile.

Come si può evitare questa situazione? Con una perizia verificata e certificata.

Se fai un’offerta a un prezzo giusto e non ti lasci ingannare dalle richieste dei venditori o delle agenzie immobiliari, allora non avrai problemi con la richiesta di mutuo alla banca perché la sua valutazione sarà in linea con la tua offerta.

Se invece stai facendo un’offerta a un prezzo superiore al valore di mercato reale, rischi di mettere a repentaglio la tua situazione finanziaria.

Come Acquistare la Tua Prossima Casa? Domoria Può Aiutarti

Per assistere coloro che desiderano acquistare un’immobile evitando trappole, problemi o rischi, offriamo un servizio che devi assolutamente considerare.

La Valutazione Certificata e Garantita Domoria è l’unica perizia che ti offre indicazioni chiare e precise sull’immobile che desideri acquistare.

Grazie a un metodo accurato che culmina con un calcolo matematico e analitico, potrai determinare il valore di mercato corretto dell’immobile che intendi acquistare.

In questo modo, potrai:

  • risparmiare migliaia, se non decine di migliaia, di euro sull’acquisto della tua nuova casa,
  • richiedere un mutuo per l’importo esatto, senza il timore di condizionare la tua offerta a un valore superiore a quello che la banca potrebbe determinare.

Se vuoi richiedere l’aiuto di un consulente Domoria prima dell’acquisto della tua prossima casa, chiamaci al numero 0372 15 61 674 o clicca qui: Domoria Contatti.

Ricorda sempre che un’offerta di acquisto con clausola sospensiva deve avere una data di scadenza e è consigliabile condizionare l’offerta all’esito positivo della perizia della banca, non all’approvazione del mutuo.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *